Crediamo nell'ecobiologia come sistema per preservare
l'ecosistema della pelle e rafforzarne i meccanismi naturali

Questo esclusivo approccio scientifico fonda le proprie radici nella biologia.

L

La visione di Jean-Noël Thorel si fonda sulla biologia; la sua ossessione per il rispetto della natura della pelle e le sue alte aspettative terapeutiche hanno portato ad un approccio scientifico assolutamente unico: l’ecobiologia.   

L’ecobiologia si basa sul principio che la pelle sia un ecosistema in continua evoluzione, capace di interagire con l’ambiente che lo circonda e dotato di risorse e meccanismi che occorre preservare. Piuttosto che iper-trattarla, va insegnato alla pelle a ‘vivere’…

Prestando molta attenzione alla molteplicità degli ingredienti attivi, questo approccio cerca di aiutare la pelle a rafforzarsi e ad adattarsi all’ambiente che la circonda.

Diversamente dai cosmetici tradizionali, l’approccio ecobiologico agisce in profondità, non limitandosi alla superficie cutanea.

Aggiungendo dunque alla dimensione cosmetica una dimensione terapeutica.

Ecobiologia o l'arte del rispetto del 'sistema pelle'.

La pelle

è un ecosistema

Agire e formulare prodotti evitando
gli "inquinanti".

La pelle

interagisce con l'ambiente

Creare prodotti che aiutino la pelle ad adattarsi a ciò che la circonda.

La pelle

si evolve nel tempo

Fornire elementi che favoriscano un equilibrio funzionale.

La pelle

non va iper-trattata

Agire sulle cause delle
sue disfunzioni
piuttosto che eccedere nel tentativo di controbilanciarne gli effetti.

La pelle

riflette l'equilibrio interno

Agire dall'interno
e nel corso del tempo

La pelle

serve solo ciò che le è utile per il proprio naturale funzionamento

Applicare solo gli ingredienti necessari e nelle quantità giuste.

L’ecobiologia preserva
l’ecosistema della pelle,
rinforzandone i meccanismi naturali.

Immersione nel cuore del 1° summit sull'ecobiologia.

I

Il primo Summit sull’Ecobiologia ha avuto luogo a Split, in Croazia, lo scorso 18 e 19 aprile, organizzato da NAOS in collaborazione con  MedILS, The Mediterranean Institute for Life Sciences.

150 partecipanti e 50 giornalisti internazionali hanno preso parte a 8 tavole rotonde condotte da esperti del settore scientifico e premi Nobel. Il dibattito ha riguardato la definizione di ecobiologia e il suo ruolo nelle sfide che il futuro ci riserva.

Per approfondire quanto avvenuto nel corso di questo evento, visitate il sito:
(www.theecobiologysummit.com)

video thumbnail
video thumbnail
video thumbnail
video thumbnail